martedì 1 settembre 2009

PROVENZA E CAMARGUE IN CAMPER

Eccoci qua, rientrati dalle ferie. Tutto bene per le prime due settimane, posti bellissimi che rimmarranno per sempre nei nostri cuori (come del resto tutti i posti visti fin ora) poi una gocciolina di acqua entrata nell'orecchio dell'Arianna ci ha fatto cambiare i piani per l'ultima settimana di vacanza. Una bella otite perforata con tanto di febbre ci ha fatto rientrare in Italia.

Ma eccovi le foto dei posti che abbiamo visitato.









Le gole sono bellissime, enormi e profonde. Abbiamo fatto una strada, la "ROUTE DE CRETES" che mi ha ammutolito quasi tutto il tempo. I panorami erano mozzafiato , ma a mozzarmelo è stata anche la strada piuttosto stretta che in discesa, senza parapetti, con il nostro bestione di camper abbiamo fatto tutta in prima.



Purtroppo la lavanda era tagliata ovunque. La tagliano a metà luglio, ma abbiamo beccato una distilleria che ci ha fatto vedere tutto il procedimento per estrarre l'essenza ed è stato molto interessante.







Cosa dire delle ocre. Bellissimo questo paesaggio a cui le foto non rendono giustizia.
Mio marito non riusciva a smettere di dire "Che posto ragazzi!!!"



Paesi sulla roccia...



Paesi con torrenti limpidi e freschi, con delle alghe che li rendono di un colore smeraldo meraviglioso.










Anche la CAMARGUE ha un fascino unico.









E poi finalmente mio marito è riuscito a fare la tanto attesa passeggiata a cavallo e che c'è di meglio che farla tra questa vegetazione incontaminata.



Siamo andati a visitare Arles il mercoledì perchè ci avevano detto che dentro l'arena c'era la
corrida Camarguese e quindi perchè perdersela!



Mentre andavamo alla spiaggia di Piemason ci siamo beccati questo stupendo tramonto, dove tantissimi uccelli volavano bassi tanto da farmi chiudere il finestrino perchè pensavo che potessero entrare anche in camper.



E' finita la magia...è arrivata l'otite.
Però dai, non ci possiamo lamentare, no?
Siamo rimasti contenti anche di questo itinerario buttato giù un po' di fretta.

Ma non è finita qui. Al ritorno abbiamo un po' vagabondato in Toscana, tanto ormai l'Ari era sotto antibiotico e sono andata a Cutigliano.
Sapete chi ci abita a Cutigliano?
Ma la gentilissima Barbara di Domus idea che ha un bel negozietto in questo piccolo borgo, andatelo a visitare.

Foto ricordo